@Pat 28 novembre 2016

Carissimi,

Come vi ho anticipato nella scorsa mail, vi aspetto giovedì pv all’incontro con l’On. Morassut per discutere sulle ragioni del sì al referendum (vedi locandina) .

Sorrisi , sempre

Pubblicato in News

@Pat – 23 novembre 2016

Carissimi,
A circa dieci giorni dal referendum, rieccoci per alcuni appuntamenti che possono interessarvi. Sabato 26, alle 17, Matteo Renzi terrà un intervento per il sì alla nuvola di Fucsas (vedi locandina). L’ingresso è libero, ma arrivate in anticipo se volete assicurarvi un posto seduti. Noi, con i ragazzi del comitato per il sì, dalle 16 saremo ai banchetti su viale Europa angolo viale Pasteur e angolo Cristoforo Colombo, dove aspetteremo Matteo per un saluto. Inoltre mettete in agenda la data del 1 dicembre. Alle 17.30 concluderemo la campagna elettorale con un dibattito aperto sulle ragioni del SÌ, presso la nostra sede storica di Piazzale Adenauer 2, con il deputato Roberto Morassut che risponderà alle domande dei cittadini in tema di referendum. Presto vi invierò la locandina dell’evento. Vi lascio con questa mia intervista fatta di recente su Radio Roma Capitale, sempre sulle ragioni del SÌ. Sempre che abbiate voglia e tempo di ascoltarla.
Sorrisi, sempre
Pat

Pubblicato in News

@Pat – 17 novembre 2016

Cari tutti,
Si avvicina la data del 4 dicembre per il voto al referendum e tante sono le iniziative di informazione che il Pd e i numerosi comitati del SÌ hanno fatto fatto finora e porteranno avanti fino alla scadenza. Dopo il riuscitissimo dibattito del luglio scorso con il Ministro Boschi, da me organizzato presso il CT EUR, abbiamo in programma un’ ulteriore iniziativa di confronto SÌ / NO presso il circolo di piazzale Adenauer, di cui vi daremo info quanto prima. Ma, nel frattempo, stiamo sperimentando una formula più diretta di contatto, che abbiamo chiamato “Riforma con Tè” , (vedi locandina) perché ci rechiamo nelle case a parlare del referendum con i cittadini indecisi, davanti a una tazza di tè. In genere mi reco io con alcuni ragazzi del nostro comitato esperti di diritto e che, in questi anni, hanno fatto esperienza politica sul territorio con me. In queste riunioni, con simpatia e anche con un pizzico di leggerezza che non guasta mai, raccontiamo quali sono le modifiche più importanti alla seconda parte delle costituzione (la prima parte, quella dei diritti fondamentali- RICORDO – resta invariata) che più andranno ad incidere sulla vita quotidiana dei cittadini. Se anche voi siete interessati a questa iniziativa, rendendovi disponibili a organizzare un “tè con riforma” a casa vostra con un po’ di amici (ne bastano 8-10) fatemi sapere subito, così vi inseriamo nel nostro già affollato calendario. In allegato trovate un estratto del mio intervento televisivo a Rete Oro sul referendum al programma “non solo politica” e un video molto smart ed efficace sulle ragioni del sì.
Conto su di voi, as usual. Anche nella condivisione di questa mail.
Sorrisi, sempre.

Pubblicato in News

@Pat – 25 ottobre 2016

Cari tutti,
Rieccomi per informarvi di un importante appuntamento di piazza con il premier Matteo Renzi, reduce dal successo dell’incontro alla Casa Bianca con il Presidente Obama e in questi giorni attivissimo sul fronte legge di bilancio ed Europa, a sostegno dell’iniziativa referendaria del prossimo 4 dicembre.
Il successo della manifestazione è importante a prescindere dalle posizioni personali rispetto al quesito referendario: il PD infatti, per mezzo dei suoi principali organi di rappresentanza, è il promotore della riforma costituzionale.
Possono permanere dubbi ed incertezze rispetto ad alcuni meccanismi della riforma, ci si può anche trovare in aperta contrapposizione con la posizione della maggioranza del partito, ma quando il partito va in piazza si fa squadra e si resta uniti.
La manifestazione sarà sabato 29 ottobre alle 14 in Piazza del Popolo: abbiamo a disposizione due pullman per il nostro municipio e possiamo usarli per i nostri iscritti, i nostri simpatizzanti, i comitati sul nostro territorio : uno partirà dal parcheggio davanti al municipio IX al primo ponte del Laurentino, l’altro da Largo Cannella a Spinaceto.
Puoi darmi in tempi brevi la tua adesione e provvederò io stessa a riferire il nominativo all’organizzazione del partito.
Grazie se ci aiuterai a diffondere.
Sorrisi sempre,
Pat

Pubblicato in News

@Pat – 4 ottobre 2016

Ciao a tutti,

Ben ritrovati dopo la pausa estiva . Un po’ mi siete mancati.
Qualcuno di voi mi ha scritto chiedendomi il perché di questo prolungato silenzio, ma la ripresa della scuola, che non è mai facile, e la tristezza per il drammatico post terremoto mi hanno tenuta un po’ lontana dalla bagarre politica .
Però, dopo il convegno sul referendum che abbiamo organizzato a fine Luglio con il ministro Boschi, rieccomi a condividere con voi opinioni e progetti futuri.
Inutile parlarvi dei problemi che vive la nostra città, perché la situazione di degrado e incuria permane da mesi ed è sotto gli occhi di tutti . Per non parlare, poi, dell’impasse amministrativo e della precarietà della nuova amministrazione, per cui non esistono giustificazioni. D’accordo d ‘accordo, sono di parte, perché i 5 stelle io non li avrei mai votati e mai li voterei, nemmeno sotto tortura , però non posso , da cittadina ed ex amministratrice, “restare indifferente al grido di dolore ” che proviene da ogni angolo di città . E alla oggettiva confusione politica e amministrativa che impera in Campidoglio. Ma su questo ritorneremo perché, si sa, certe cose le scopriremo solo vivendo . Com’è che si dice? Lasciamoli lavorare. Sui tetti o sotto i tetti, purché lavorino per la comunità romana 🙂
Invece vorrei concentrarmi sul referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre che fornirà l’occasione o meno di cambiare il futuro politico del Paese.
Ancora non siamo entrati nel vivo della campagna elettorale che già le tifoserie si sono schierate, spesso non sulla base di oggettive motivazioni , ma del grado di antipatia nei confronti di Matteo Renzi, sentimento ulteriormente rafforzato dalla crisi economica e sociale che ci attanaglia. L’invidia e l’odio sociale stanno alimentando, in certi casi, una volgarità verbale senza precedenti che trova la sua massima espressione sui Social. E non vi nascondo che anche io, che sono notoriamente molto social, divento sempre più spesso vittima di tali attacchi . Ma sono tetragona anche a questo, tranquilli.
E ora veniamo al punto.
Mi piacerebbe che mi aiutaste ad entrare nelle case di amici e parenti per raccontare un po’ di questa riforma : dei suoi punti di forza e, perché no?, anche di debolezza . Ma anche di come e quanto sarà in grado di cambiare la stagnante politica italiana. Sarebbe carino se si organizzassero degli incontri in casa con 15-20 amici, magari sorseggiando un the e discutendo di politica vis a vis, come si faceva una volta, anche animatamente e con passione, ma lontano dalla politica urlata di Facebook. Abbiamo ragazzi e ragazze appassionati e preparati, pronti a sostenermi in questa attività di informazione “casalinga”. Lo so che siete molto impegnati per i tanti impegni lavorativi e non solo, ma se poteste dedicare un’ora del vostro tempo a questo, sarebbe un gesto di attenzione anche per il futuro del nostro Paese .
Io attendo fiduciosa. Altrimenti , ci mancherebbe altro, amici come e più di prima.
Vi lascio con questa testimonianza che mi sta molto a cuore

Sorrisi, sempre
Pat

Un collega di sinistra doc, con cui spesso ho animatamente discusso sul pd e altre questioni politiche, mi si avvicina all’uscita da scuola.

“Pat, volevo dirti una cosa che forse ti farà piacere.
Tu lo sai che a me Renzi non piace e che penso abbia sbagliato tante cose , ma ho letto e seguito tutto su questo referendum, e sai quando mi sono convinto ? Dopo il dibattito con Zagrebelsky!
Perché mi aspettavo che un grande costituzionalista potesse spiegarmi in modo oggettivo quali fossero i punti deboli di questa riforma e dove fosse questa tanto temuta “deriva autoritaria” e, invece, ho trovato un uomo di parte, sospinto più da antirenzismo che da motivazioni tecniche .
E devo dire che Renzi può pure non piacere, ma certo non gli si può negare di essere diretto e coraggioso, anche nel sostenere battaglie difficili e impopolari.
Quindi mi sono convinto che questa riforma non è certo la migliore del mondo, ma siccome non rischiamo nessun autoritarismo ed è decisamente meglio cambiare che tenerci questo stato paralizzato e ‘sto
parlamento di nominati e veti incrociati, io voto SÌ”

Mi piace l’Italia che riflette per il futuro dell’Italia.
Sine ira et studio.

Pubblicato in News

@Pat 27 luglio 2016

Cari tutti ,

Prima di salutarci per le nostre meritate ferie estive , che spero possano attenuare il dolore e la paura per le immagini che ci sono giunte da Nizza e dalla Turchia, vi mando un report dell’iniziativa sulla riforma costituzionale svoltasi il 22 luglio con il Min. Boschi all’Eur, organizzata dal nostro comitato Basta un sì.
In link troverete il mio intervento introduttivo e, a seguire, quello di due giovani professionisti della società civile: Federico Tolo e Luca Franceschetti, che hanno illustrato con molta chiarezza e competenza le loro ragioni del sì alla riforma.
Vi terrò aggiornati sulle prossime iniziative relative al referendum di ottobre ed altre questioni politiche.
Nel frattempo, buone ferie a chi parte e buona città a chi resta.

Sorrisi, sempre.

Pubblicato in News

@Pat – 28 giugno 2016

Cari tutti,
Nuntio vobis magnum gaudium: habemus nostro comitato “Basta un si – RomaVotaSi”, di cui sono io stessa Coordinatrice.
Voi sapete che l’ultimo termine per la raccolta firme per il sì per il referendum costituzionale promosso dal Pd, scade il 5 luglio pv.
Per questo lunedì 4 luglio dalle ore 17, presso il solito banchetto posto a viale Europa angolo via Pasteur, il circolo ha organizzato una raccolta firme in presenza del cancelliere preposto all’ autentica firme.
Spero che sarete in molti, perché abbiamo bisogno del vostro sostegno per vincere questa importante sfida di cambiamento di cui vogliamo essere protagonisti attivi.
Passate parola per favore.
Vi aspettiamo.
Sorrisi, sempre.

@Pat – 20 giugno 2016

Cari tutti,

Una lunga Riflessione. A mente aperta e cuore chiuso. E una chiamata alle armi. Se avrete la pazienza di leggere.

Pensavo. Non ho mai creduto al bagno di sangue catartico . Eppure, oggi, può essere l’occasione giusta, il kairòs, direbbero i greci, per rinascere. Senza le ghigliottine dopo la Bastille.
Senza i processi in piazza sommari, dettati dall’emozione forte del momento.

Io mi sono sempre saputa difendere. E, nonostante tutto, tenere per me le paure che ho dentro, che contrastano con la forza che è fuori di me.
Eppure voglio bene a questo Pd, che a Roma non mi ha mai voluta, che mi ha sempre combattuta, neanche fossi un agente patogeno infettante…..

Condannata in appello per aver sostenuto, sei anni fa, la prima a Roma, un giovane scalpitante sindaco fiorentino e ancor di più per aver osato dire, tra gli applausi di una platea fiorentina, che il partito romano era asfittico e le brontosaure del pd erano da rottamare quanto i brontosauri.

Messa alla gogna poi, NON per aver chiesto le primarie per sindaco. Ma per aver osato chiederle prima di Zingaretti. Che poi si sa come è finita….

Crocefissa per essermi candidata a quelle primarie (rinunciando al parlamento), soprattutto per denunciare le correnti del pd romano che continuavano a spartirsi, indisturbate, pacchetti di voti e tessere. E che poi scelsero di incoronare Marino.

Criticata per aver detto, per prima, che lo scandalo dei fondi consiliari del pd della regione Lazio, nell’era Fiorito, era una roba da condannare senza se e senza ma. E poi si sa, anche questa, come è finita ..

Colpita alla schiena dal rapporto Barca, che solo un anno fa mi definiva “potere per il potere “, io una docente di lettere di liceo, solo per aver rimesso in piedi il circolo dell’Eur, riempiendolo di militanti veri e appassionati di politica.

Quando poi, proprio oggi, leggo dalla sua pagina Facebook che Orfini, riferendosi al quel rapporto, parla di cose positive, ma anche di errori palesi.. (Riferimento puramente casuale?)
Perché per quella roba io ho pianto e urlato di rabbia e dolore, ma poi mi sono rialzata, difesa e ho ripreso a combattere lealmente a fianco di quel partito che come un marito – padrone, continuava a maltrattarmi.
Ma a cui, in questi anni, ho mandato solo lettere d’amore.. Masochista direte voi? No, solo perdutamente innamorata.

A proposito, Orfini.
Io l’ho combattuto apertamente il commissario, sui media e sui social, mettendoci la faccia, anche con i miei interventi in direzione nazionale, dove non ho mai smesso di richiamare il partito perché stava perdendo l’attenzione sui territori.
Sulla nostra gente.
Sulle periferie.
Tanto che i colleghi in sala avranno pensato che fossi monotematica…
Dive ho chiesto la selezione della classe dirigente locale e le primarie anche per i presidenti di municipio . Niente! Battaglie politiche infrantesi sulle cinta di mura del pd romano.
E Orfini, su questo, ha molte responsabilità che sta comunque pagando. L’uomo non è né sciocco, né sprovveduto…

Ma che ora qualcun altro del partito, magari Renziano, tolga il “turbo” e pensi di scaricare tutto solo sul commissario romano, lavandosi le mani sporche del sangue di questa mattanza e dimenticando le “spartizioni” scientifiche a tavolino dei municipi, secondo lo schema antico del “due toccano a me e uno a te” , questo non lo posso tollerare .
Anche perché , sic stantibus rebus, più che di divisione tra correnti, oggi si potrebbe parlare di scissione dell’atomo.

È l’ora delle responsabilità .

E ognuno se le assuma a viso aperto e senza scaricare la bacinella dell’acqua sporca di sangue su altri .
Soprattutto se, nella partita del sindaco 2016, ha avuto ruolo di regista e capoclasse .. O solo di grande manovratore. O manovratrice …

Perché, stavolta, il gioco delle scaricabarile non regge.

Detto questo, ecco la parte costruens.

MARTEDÌ 21 alle 18 , la comunità dell’Eur , a piazzale Adenauer 2, apre le porte a chiunque abbia voglia di sfogarsi sì, ma anche di dire seriamente la sua sulla ricostruzione del partito a Roma. In diretta Facebook e coram populo.

Ripartiamo da ground zero. Insieme . Percorrendo , gradino per gradino, tutte le tappe utili a ricostruire, con umiltà e serietà, il rapporto con la nostra gente, che abbiamo sacrificato sull’altare di un interesse particolare.
E a vigilare su una classe dirigente che si concentri sulla crescita delle nostre comunità, più che sulla propria.

Lo dico da persona ancora innamorata del Pd. E ancor di più dei suoi straordinari militanti. E che, come tutte le donne innamorate, ha l’energia, la forza e l’incoscienza giuste per combattere ogni tipo di battaglia.

Sorrisi, sempre .

Pubblicato in News

@Pat – 17 giugno 2016

Carissimi,

eccomi a due giorni dal voto a ricordarvi quanto sia utile sostenere al ballottaggio Giachetti e i nostri presidenti di Municipio (qui al IX Andrea Santoro).
Per mettere questa nostra malconcia città nelle mani di persone oneste e competenti, salvandola così dall’incognita a 5 stelle, di cui è nota solo l’incompetenza e la dipendenza totale dalla Grillo & Casaleggio.
Volevo poi dirvi in breve di quanto è stato gradevole l’incontro di un’ora con la ministra Boschi, che ha deciso di chiudere la campagna romana in piazza con il Pd Eur, intrattenendosi amabilmente con i cittadini e i militanti e non risparmiando parole di attenzione e stima nei confronti di questa nostra comunità.
Ed ora dita incrociate e buon voto a tutti.
Sorrisi, sempre

Pubblicato in News

@Pat 13 giugno 2016

Rieccoci amici,

Dopo il primo turno delle elezioni che ha mandato i 5 stelle e Giachetti al ballottaggio del 19 pv e una settimana di attesa e di caos al seggio centrale, sono finalmente arrivati anche i risultati definitivi del Municipio IX .
In tanti mi avete chiesto in questi giorni come fosse andata Erica Roic , la nostra giovane e brava candidata al Municipio IX . Cosa che mi ha commossa moltissimo.
Erica, 23 anni, alla sua prima esperienza elettiva e supportata dalla nostra squadra che ha lavorato con passione e caparbietà per lei, è arrivata settima con 360 voti, piazzandosi non distante dai 6 dei 9 candidati uscenti, comunque tutti bravi e radicati.
E siccome il PD prenderà 10 consiglieri in caso di vittoria, se il presidente Andrea Santoro supera il ballottaggio domenica, la nostra Erica è già consigliere del municipio IX.
Inutile dirvi la mia felicità e soddisfazione per un risultato che, vista la situazione di partenza e il complesso quadro di queste elezioni romane, è davvero straordinario.
I cittadini, ancora una volta, hanno dato fiducia al nostro modo di fare politica “on the road” e lontani da “spifferi e correnti” , che producono solo malanni e raffreddori.
Erica, insieme alle donne e agli uomini che hanno lavorato con entusiasmo al suo fianco, è la prova di come si possa far crescere una classe dirigente fresca e preparata, all’interno di un Pd da rigenerare.
Ed è questa la mia più grande soddisfazione.
Come Erica è il mio grande orgoglio, per la bravura, la serietà e la tenacia con cui è arrivata in ogni angolo di territorio, prendendo voti un po’ ovunque.
Però ora andiamo sicuri al ballottaggio supportando Roberto Giachetti sindaco e Santoro Presidente del IX municipio.
Perché i voti ad una persona non sono click su una tastiera. E i nostri candidati, tutti, meritano rispetto e soddisfazione per il coraggio e la passione con cui hanno affrontato questa difficile campagna elettorale.
Perché questa città merita di essere governata anche dalla freschezza e dalla competenza di giovani donne come Erica e tanti altri, che a 20 anni ritengono più utile dedicarsi ai propri territori e alla ricostruzione del PD, che non a una effimera gioia personale.
In questa intervista molto seguita su Radio Roma Capitale spiego perché Giachetti e i nostri Presidenti di Municipio devono prevalere al ballottaggio. Intervista 12 giugno 2016
E ora Andiamo a vincere. Con il vostro aiuto .

Sorrisi, sempre
Pat

Pubblicato in News